Karen Thomas
I Colori della Luce, Colori della Pace

La Primavera del 2015 inaugura la nuova Personale della pittrice Karen Thomas nella prestigiosa cornice del Forte di Fortezza nella Provincia Autonoma di Bolzano. L’importante evento d’arte contemporanea è dedicato alla Commemorazione ed al Ricordo del primo Centenario della Grande Guerra.

La Personale, con il Patrocinio dell’Ambasciata d’Austria, dell’Ambasciata della Federazione di Germania – Consolato Generale di Milano, dell’Ambasciata di Spagna presso la Santa Sede e dell’Ambasciata della Repubblica del Kosovo, nonché dell’Accademia di Belle Arti di Roma del Prof. Alfio Mongelli, è ospitata dalla Provincia Autonoma di Bolzano e dal BBT – Galleria di Base del Brennero.

Con l’ambizione di trasferire il forte senso dell’etica e della cultura che ne caratterizza l’ arte la Personale di Karen Thomas afferma la cifra dell’appartenenza all’ Unione Europea come simbolo di Pace e di Unione, come segno distintivo e culturale, con la volontà di diffondere, soprattutto in questo tempo di crisi, una nuova etica rispettosa delle radici nonché delle diverse identità culturali, per promuovere una nuova e forte economia della conoscenza e una rinnovata coesione tra i popoli, che amplifica il suo significato nella commemorazione della prima guerra mondiale. In questa visione Karen Thomas diventa sintesi perfetta del senso etico e dello scambio culturale di respiro europeo.

Nelle creazioni degli ultimi anni Karen Thomas è riuscita con sapienza a rappresentare la forza dell’animo umano, a dare colore al significato di una nuova coscienza etica consapevole della natura e dell’ambiente in cui viviamo. I Suoi dipinti sono un viaggio nella Storia, un viaggio realizzato non più con immagini, oggetti, o testimonianze, ma emozioni e messaggi che la Storia stessa ci ha lasciato.

Il significato del progetto espositivo che verrà presentato a Fortezza nel 2015 è sì quello di onorare la memoria dei caduti di tutte le Nazioni coinvolte attraverso i simboli della Pace e dell’Unità fra i popoli, ormai membri dell’Unione Europea, ma anche quello di promuovere un’Etica intesa soprattutto come capacità dell’uomo di essere fautore di progresso e guardiano dei propri valori e del proprio ambiente.

Questo in sintesi è il Manifesto di Karen Thomas, Artista che diventa strumento dell’Arte a favore dell’Arte per promuovere e valorizzare un’Etica e un’Estetica non più fine a se stessa, ma modello ed esempio soprattutto per le future generazioni.

L’Esposizione è a cura di MatEr, Associazione per la promozione in Europa della cultura e della ricerca scientifica, storica, artistica e delle identità delle Sue Nazioni, sotto la Direzione Artistica di Ilaria Sergi e la Curatela di Alfio Mongelli.

LA MOSTRA

Dopo un intenso lavoro artistico sui colori della Luce, Karen Thomas ha realizzato un ciclo di opere con il tema dei colori della Pace, che includono la Luce, la Vita, la Creazione. Le sue opere raccontano il viaggio evolutivo di un dialogo tra i popoli. Profondo messaggio di integrazione e sintesi nel Presente europeo.

Seguendo i principi del Neoespressionismo i suoi quadri sono intensi, passionali e fortemente emotivi. Attraversando la potenza creatrice del colore Karen Thomas elabora un percorso spirituale dialogante tra i suoi quadri. Una ricerca artistica, umana, di conoscenza alchemica delle materie prime come fondatrici della vita e dell’opera d’arte stessa.

La ricerca e la mescolanza stilistica e tecnica delle opere di Karen Thomas regala una forma artistica, forte e concreta, a dimostrazione di come l’arte, il dialogo, la tolleranza e la sensibilità siano le formule necessarie per vivere nella Pace. In Europa e nel Mondo.

Come per i Maestri del Colore, la matrice del quadro E’ il Colore, creatore magmatico dell’immagine archetipa che impastata di primario esce dal nero. Buio. Simbolo del caos. Caos creativo. Quando ancora tutto è nella possibilità.

“Il nero era considerato da Vincent Van Gogh come la più luminosa combinazione dei più scuri rossi, azzurri e gialli, mentre il bianco come la più luminosa unione dei rossi, azzurri e gialli più chiari. Per la Thomas il Nero diviene anche colore della ‘ possibilità’, entità generatrice. (Cit. Direttore Artistico Ilaria Sergi)

Il Blu colore dell’etica umana, che riporta l’uomo ad una responsabilità atavica nei confronti del mondo, simbolo della libertà esteriore, ma soprattutto interiore, colore dominante sulla bandiera dell’Unione Europea. Il bianco, colore della Grande Guerra, della Guerra Bianca che ha cambiato per sempre gli scenari nella Vita dell’Alto Adige, ma anche simbolo della verità assoluta, della Pace, della gioia, di una nuova vita. Il Giallo, colore dell’oro, della preziosità della vita, della speranza, dell’energia, della natura che si incontra con il divino”. (Cit. Karen Thomas)

L’ARTISTA

La vita di Karen Thomas rappresenta il significato dell’Europa dei popoli, ed è questo, oltre alle sue straordinarie capacità artistiche, a renderLa unica nello scenario internazionale. In lei vivono radici francesi, tedesche, austriache ed italiane, in piena armonia tra identità e diversità culturali.

Nel 1997 il suo impegno come ambasciatrice di Pace conquista il Premio per la Pace, UNESCO, ” Women creator of the two seas, the Balkan and Mediterranean sea”.

Dal 2000 si dedica alle ricerche sull’astrattismo tra forma e colore. La rappresentazione della “Genesi” segna da più di dieci anni il suo percorso pittorico.

Nel 2007 realizza la mostra il “Fascino della luce” al Museo Nazionale di Castel Sant’Angelo a Roma, curata dal prof. Claudio Strinati, già sovrintendente del Polo Archeologico e Museale di Roma e Lazio; viene chiamata dalla rete satellitare Sky a parlare del tema del compito etico dell’artista contemporaneo.

Nel 2011 partecipa al progetto Oman, storia e cultura di un paese come direttore artistico.  Negli ultimi anni segue un percorso artistico segnato dalla matericità e plasticità, dedicato al mondo della musica ed ai suoi grandi interpreti, come Bach, Beethoven, Mozart e Verdi.

http://karenthomas.it/colori

Per informazioni

info@mat-er.com

Ufficio Stampa

ufficiostampa@mat-er.com